LE PIANTE E L'UMIDITà

LE PIANTE E L'UMIDITà

LE PIANTE E L'UMIDITà

Oltre all’acqua di irrigazione è importante l’umidità ambientale, che consente un controllo della temperatura e una disponibilità di mantenimento dello stato di trugidità delle cellule vegetali (cellule gonfie d’acqua al punto giusto).

La maggior parte di piante da interno, qualora potessero scegliere il posto dove stare, sceglierebbero il bagno o il locale doccia; infatti i locali caldo-umidi sono tipici di tutte le piante ornamentali di origine tropicale.
Negli ambienti interni c’è generalmente scarsa umidità diffusa; i locali chiusi, la ventilazione e la temperatura medio-alta non consentono il permanere della necessaria umidità idonea a rinfrescare ed a rendere gradevole l’ambiente alle piante ed alle persone.

L’umidità relativa ottimale per le piante d’appartamento in condizioni di normale abitabilità è compresa in un intervallo del 40-60%.

 

PROBLEMI RELATIVI ALL’UMIDITÀ

 

Sintomi di umidità troppo bassa:

- punte fogliari brune e deformate;

- margini fogliari ingialliti;

- boccioli e fiori si deformano e cadono.

 

Sintomi di eccessiva umidità:

- superficie delle foglie coperta da muffa grigia;

- foglie e steli molli cactacee e piante succulente sono molto sensibili;

- boccioli e fiori ricoperti da muffa grigia.